Liberazione della comunità migrante di Flores a Batang Tarang, Kalimantan Occidentale, dall’orbita della povertà in una società Dayak: Solidarietà Cattolica

La Cooperativa di Credito Banuri Harapan Kita a Batang Tarang, Kalimantan Occidentale, Indonesia, rappresenta una testimonianza del ruolo pubblico dei cattolici nel liberare la comunità dall’ingiustizia strutturale della povertà, permettendo loro di diventare autonomi. Questo libro narra una storia di liberazione simile a quella dell’Antico Testamento, in cui Mosè guidò il popolo d’Israele fuori dalla schiavitù d’Egitto verso la Terra Promessa.

Filippo Lada, come promotore, racconta l’inizio della Cooperativa di Credito Banuri Harapan Kita, che ha le sue radici nella vita economica delle famiglie provenienti dalla regione di Nusa Tenggara Timur (NTT) nel distretto di Balai, Batang Tarang. Queste famiglie avevano lavorato per decenni.

Le famiglie di NTT, ancora residenti in case governative, affrontavano problemi economici. A Batang Tarang, l’unico istituto finanziario disponibile all’epoca era il Bank Rakyat Indonesia (BRI), ma solo alcune persone potevano accedervi, e i servizi erano limitati alle fasce più basse della società. Per questo motivo, Filippo Lada ha invitato la comunità, in particolare i membri di NTT, a discutere la situazione. In quel periodo, lui lavorava come autista presso Wahana Visi Indonesia (WVI), cercava di imparare e di affrontare anziani che erano insegnanti di professione. Con grande entusiasmo, le persone hanno accettato di incontrarsi. In quel momento, Filippo Lada ha affrontato le due questioni sopra menzionate. Prima di tutto, dal punto di vista economico, l’accesso alle banche era ancora molto difficile. In secondo luogo, gli insegnanti ancora risiedevano nelle case governative.

La loro consapevolezza sul modo di pensare e di guardare al futuro era ancora molto arretrata. Spesso, Filippo Lada chiedeva loro: “Hai già un terreno?” Molti rispondevano di no e si accontentavano di vivere nelle case governative. La maggior parte di loro, che erano insegnanti di professione, poteva facilmente accedere alle banche, ma alcuni di loro che non erano insegnanti avevano ancora difficoltà. Inoltre, l’economia a Batang Tarang era in ritardo. Questi due problemi sono diventati il punto di riferimento su come aumentare i redditi. Era necessario almeno guadagnare un reddito supplementare. In quel momento, Filippo Lada ha proposto un’attività congiunta chiamata Usaha Bersama Komodo (UB Komodo).

Nel marzo 1994, UB Komodo è stato fondato. Le persone contribuivano con 35.000 rupie al mese. Quando raggiungevano l’obiettivo di 15 milioni di rupie, avrebbero comprato un autobus come mezzo di trasporto. Si sperava che i profitti potessero essere suddivisi in base alle azioni. Il tesoriere dell’organizzazione all’epoca era Kresensia Merry. UB Komodo aveva funzionato per circa un anno e procedeva senza intoppi. Questo è stato l’inizio di UB Komodo.

Filippo Lada, che lavorava presso WVI, un’organizzazione umanitaria e di sviluppo comunitario, stava assorbendo molte conoscenze e informazioni. In un’occasione, è arrivata una visita dalla sede di WVI a Kalimantan Occidentale per incontrare il team. Filippo Lada è stato incaricato di fotocopiare un libro. Prima di farlo, ha letto il libro che parlava delle Cooperative di Credito (CU).

In quel momento, ha capito che quel libro era importante. Anche se non aveva una formazione economica, Filippo non conosceva le CU. Alla fine, ha fatto due copie del libro: una per la sua consultazione personale e l’altra su richiesta di una persona di nome Samuel Wungo.

Da quel libro, Filippo Lada ha imparato di più sulle CU. Ha trovato ispirazione nel libro, ha cambiato il suo modo di pensare e ha convocato gli amici di NTT per discutere del futuro di UB Komodo. Filippo Lada ha detto: “Fondiamo una CU!”. Dopo lunghe discussioni, le famiglie di NTT hanno accettato di fondare una CU.

In quel momento, i fondatori erano d’accordo e impegnati a fare di CU Banuri Harapan Kita un luogo in cui raccogliere persone con la stessa visione e missione, soprattutto per sviluppare l’economia della comunità in generale. Il 10 giugno 1995, il piano originale è cambiato, e così è stata fondata una cooperativa di tipo multi-attività (KSU) chiamata “KSU Banuri Harapan Kita”.

Questo è stato l’inizio del nome CU Banuri Harapan Kita, ideato da Filippo Lada. Il nome è stato scelto in onore del nome di un eroe di NTT chiamato Bharanuri, che simboleggia lo spirito combattente. L’obiettivo era promuovere l’indipendenza umana e sperare che molte persone potessero vivere in modo autonomo e sostenibile.

Questo libro è anche una prova che l’abitudine alla lettura è profondamente radicata nella comunità Dayak, la più grande popolazione e comunità cattolica nel distretto di Sanggau. È importante notare che la Diocesi di Sanggau è stata guidata dall’Amato Vescovo Giulio Mencuccini, originario di Fossacesia, Abruzzo, Italia, dal 1990 al 2022. Questo Vescovo amato dalla sua comunità ha scelto come motto “Ministerium meum in ministrando” ed è noto per aver sostenuto e promosso attivamente le Unioni di Credito per l’avanzamento e l’indipendenza nella regione sotto la sua guida.

Così, possiamo considerare Filippo Lada come il promotore della CU Banuri Harapan Kita. Altri fondatori includono: Drs. Gaspar Esso Desso, Benjamin Janggu, Irenius Gedo Gama, Naftali De Kauze, Aloisius Alot, Stepanus Sidjun, Yosef Mbengu, Pastor Frans Sidok SVD, Aleksander Nippu, Salomon Kila Ola e Yakoubus Kea.

Mentre lavorava per realizzare tutto questo, Filippo Lada coordinava il gruppo di NTT per partecipare a un sistema di risparmio per costruire case e prendere prestiti dalla CU. Il capitale iniziale della CU all’epoca era di 750.000 rupie, provenienti da UB Komodo. Il sistema di contribuzione consisteva nel raccogliere fondi per l’acquisto di legname e altri materiali da costruzione. Questo era un compito difficile quando si trattava di denaro. Tuttavia, c’era la determinazione a possedere una casa. Per convincerli, Filippo Lada si è offerto di essere l’ultimo a beneficiare del sistema di contribuzione per la costruzione delle case.

Voleva dimostrare che ciò che era stato pianificato aveva l’obiettivo di migliorare le cose insieme. Uno degli argomenti discussi era l’inflazione. Se la prima persona riceveva 10 pezzi di legno, l’ultimo ne riceveva solo 5. Filippo Lada ha accettato il rischio. Alla fine, la grande famiglia di NTT aveva le proprie case. All’inizio dell’istituzione di CU Banuri Harapan Kita, c’era una discussione, in particolare sulla gestione.

Secondo Stepanus Sidjun, nella gestione della CU, non doveva accadere ciò che era successo con la Chiesa Cattolica fondata nel 1975. Filippo Lada era determinato e disposto a prendersi la responsabilità. Secondo lui, l’importante era avere buone intenzioni. Filippo Lada ha invitato CU Samaria a unirsi a CU Banuri Harapan Kita, ma l’invito è stato rifiutato. Alla fine, è stato deciso che CU Banuri Harapan Kita sarebbe continuata indipendentemente.

Di conseguenza, è stato formato un comitato direttivo per CU Banuri Harapan Kita. Poiché la fiducia è un elemento chiave in un’organizzazione, Filippo Lada era una persona vocale e decisa. “Mi propongo, ho ideato tutto questo, quindi posso essere il presidente. Se sono il presidente, potete suggerire chi secondo voi non è onesto, chi è corrotto. Basta che io sia il presidente”, ha dichiarato Filippo Lada quando ha espresso il suo desiderio di diventare il presidente di CU Banuri Harapan Kita.

Filippo Lada ha sottolineato che non c’è nessuno nella gestione che sia “puro”, ma l’importante è promuovere l’economia e aiutare la comunità. Alla fine, il comitato direttivo di CU Banuri Harapan Kita è stato costituito. Filippo Lada è stato eletto presidente, Yosef Mbengu è stato nominato tesoriere, mentre Aloisyus Alot e Stepanus Sidjun sono stati membri del comitato consultivo. Filippo Lada era orgoglioso del suo ruolo. Nonostante le sfide iniziali di CU Banuri Harapan Kita, lui aveva il controllo centrale.

In quel periodo, gli altri membri erano solidali, condividendo la stessa visione e missione. Erano disposti ad accettare i punti di forza e di debolezza degli altri. Sentendosi carente di conoscenza e desiderando apprendere di più, Filippo Lada ha proposto un viaggio di studio presso le CU già esistenti. WVI ha facilitato questo studio organizzando un programma.

Nel 1996, sono stati inviati a studiare presso CU Keling Kumang, Tapang Sambas, Sekadau. Dopo la dichiarazione di CU Banuri Harapan Kita il 10 giugno 1995, hanno intensificato gli sforzi per ottenere assistenza. In quel momento, CU Lantang Tipo Pusat Damai e BKCUK con A.R. Mecer come facilitatore stavano offrendo assistenza.

Dati sullo Sviluppo degli Asset e dei Membri Anno 1997-2021

Anno Asset (Rp) Membri
1997 111.116.362.150 228
1998 111.189.854.292 372
1999 111.226.220.958 386
2000 111.416.075.250 385
2001 111.465.980.000 503
2002 111.439.168.075 495
2003 111.609.654.082 549
2004 111.455.162.508 821
2005 116.515.219.874 2.683
2006 114.529.871.637 4.441
2007 123.839.888.127 7.455
2008 132.989.133.576 9.529
2009 139.255.771.208 11.338
2010 154.518.494.384 14.041
2011 189.277.920.812 21.096
2012 117.395.176.552 24.930
2013 136.247.568.114 28.704
2014 158.858.656.939 32.816
2015 169.698.882.384 34.058
2016 181.706.036.850 34.454
2017 206.228.790.371 35.331
2018 235.723.975.168 35.322
2019 258.487.412.815 36.402
2020 293.831.065.141 40.751
Apr 2021 310.782.931.119 42.114

È davvero straordinario vedere come la comunità cattolica di Flores all’estero abbia mostrato un grande spirito di liberazione, il quale ha avuto un impatto significativo sulla popolazione Dayak a Kalimantan Occidentale.

Attualmente, il Direttore Generale di Cu Banuri Harapan Kita è Lambertus Nali. Nell’introduzione, quest’uomo di statura imponente per gli standard dell’Est scrive quanto segue: “Questo libro rappresenta anche uno dei mezzi attraverso cui i membri, la comunità, il Consiglio di Amministrazione, il Comitato di Sorveglianza e la Direzione possono ricordare e conoscere la storia della fondazione di Cu Banuri Harapan Kita. Un desiderio che era stato sognato in precedenza e, grazie a Dio, si è realizzato nel ventiseiesimo anniversario di Cu Banuri Harapan Kita.”

Questo libro è anche una prova che l’abitudine alla lettura è profondamente radicata nella comunità Dayak, la più grande popolazione e comunità cattolica nel distretto di Sanggau. È importante notare che la Diocesi di Sanggau è stata guidata dall’Amato Vescovo Giulio Mencuccini, originario di Fossacesia, Abruzzo, Italia, dal 1990 al 2022.

Questo Vescovo amato dalla sua comunità ha scelto come motto “Ministerium meum in ministrando” ed è noto per aver sostenuto e promosso attivamente le Unioni di Credito per l’avanzamento e l’indipendenza nella regione sotto la sua guida.*)

Share your love
Avatar photo
Biblio Pedia
Articles: 211

Newsletter Updates

Enter your email address below and subscribe to our newsletter

Leave a Reply